Con Master Clima la qualità viene sempre prima - Caldaie, Climatizzatori, Scaldabagni, Pompe di Calore e Pannelli Solari
Condividi su

Corso F-Gas nuovo Gas R-32

Il nuovo refrigerante R-32 di ultima generazione e la certificazione F-Gas

Il corso CFA (Corso F-Gas Aziende) ha l'obiettivo di preparare le aziende all'Audit che, secondo il DPR43/2012, deve essere effettuato da un ente certificatore. Il corso, che si svolge in una singola giornata, prevede approfondimenti sulla normativa vigente, metodi di stesura di un piano della qualità, formazione e taratura degli strumenti.

Con il D.P.R. 43/2012, si rende obbligatoria la certificazione degli operatori e delle imprese addetti alle operazioni di controllo delle perdite, recupero gas, installazione e manutenzione (ordinaria e straordinaria) delle apparecchiature fisse di refrigerazione e di condizionamento d'aria e delle pompe di calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra.
Il Regolamento F-gas n. 517/2014 (in vigore dal 1° gennaio 2015) ha posto come obiettivo la riduzione progressiva dei gas fluorurati ad effetto serra entro il 2030. Questa riduzione, chiamata "phase down", avrà un impatto importante nel settore della climatizzazione e della refrigerazione tale da mutare il modo di utilizzare i gas refrigeranti

Cos'è il nuovo gas refrigerante R-32?

Nella nomenclatura chimica, l'R-32 si chiama difluorometano. Si tratta di un refrigerante che per anni è stato utilizzato come componente della miscela refrigerante R-410A (composta per il 50% da R-32 e per il restante 50% da R-125).

Questo tipo di refrigerante presenta numerosi vantaggi per l'ambiente essendo molto efficiente dal punto di vista energetico e consente di usare una minore carica di refrigerante CO2 equivalente. Ciò è dovuto al suo minore GWP (potenziale di riscaldamento globale) e alla minore quantità di refrigerante necessaria.

Il GWP non è, però, l'unico parametro da tenere in considerazione, ma si devono tenere presente anche altri fattori, quali efficienza energetica, sicurezza e accessibilità.

L'R-32 è refrigerante puro, appartiene alla categoria dei refrigeranti a bassa infiammabilità e bassa tossicità, utilizzabile in modo sicuro nella maggior parte delle pompe di calore e dei climatizzatori.

Quali sono le similitudini e le differenze con R-410A?

L'installazione è identica a quella delle apparecchiature con R-410A, così come i collegamenti idraulici; pertanto è possibile utilizzare le tubazioni esistenti, incluse quelle dei vecchi modelli con R-22 e R-407.

Tuttavia, esistono indicazioni aggiuntive relative alla dimensione minima del locale per alcuni modelli di apparecchi con R-32.

Per quanto riguarda la carica del refrigerante, l'R-32 è più semplice da gestire in quanto può essere caricato sia allo stato gassoso che liquido, impossibile con l'R-410A che deve essere caricato sempre allo stato liquido.

La strumentazione necessaria per installazione e manutenzione per modelli con R-32 è la stessa che si utilizza per modelli funzionanti a R-410A; è importane controllare che manometri, rilevatori di fughe e pompe di recupero possano essere utilizzate anche con R-32. In caso di dubbio, verificare con il fornitore. L'R-32 rappresenta, ad oggi, la soluzione ideale per raggiungere gli obiettivi del regolamento F-gas.